martedì 5 dicembre 2017

Madagascar

Riuscite a trovare l'insetto stecco? No?


Cercate la risposta su <Scegli l'argomento>
(foto del secondo viaggio-missione in Madagascar)

domenica 3 dicembre 2017

Secondo viaggio-missione in MADAGASCAR

Lemure "Vari", Parco Andasibe-Montadia -
Madagascar
Paese attraversato: Madagascar
Itinerario: Antananarivo, Tulear, Andavadoaka, Tulear, Miary, P.N. de l’Isalo, riserva e villaggio Anja, P.N. de Ranomafana, Fianarantsoa, Ambositra, Antsirabe, P.N. Andasibe-Montadia, Antananarivo.
Periodo: luglio-ottobre 2017
Durata: 2,5 mesi

Sono tornato all’ospedale “Vezo” di Andavadoaka per una seconda missione e  alla fine ho aggiunto un viaggetto di un paio di settimane nel sud del Madagascar. Sono rimasto in contatto con le stesse persone (volontari e locali) per un paio di mesi. Ho approfondito quindi un po’ la loro conoscenza, ma soprattutto mi sono confrontato in un rapporto più diretto con l’Africa e gli africani, col volontariato e i volontari, col razzismo e l’antirazzismo. Un’esperienza che mi ha sorpreso con una durezza inaspettata, pesante ma formativa. Mi sono fatto molte domande, anche su di me, difficile trovare le risposte. Più che risposte, quindi, butto là pensieri in libertà…

Foto secondo viaggio-missione MADAGASCAR

Paese attraversato: Madagascar
Itinerario: Antananarivo, Tulear, Andavadoaka, Tulear, Miary, P.N. de l’Isalo, riserva e villaggio Anja, P.N. de Ranomafana, Fianarantsoa, Ambositra, Antsirabe, P.N. Andasibe-Montadia, Antananarivo.
Periodo: luglio-ottobre 2017
Durata: 2,5 mesi


Insetto stecco: clamorosa manifestazione di mimetismo in Madagascar
DOV'E'? (Guarda la foto successiva per scoprirlo)

venerdì 28 luglio 2017

Si parte per una nuova missione

L'ospedale "Vezo" di Andavadoaka - Madagascar
Domani parto di nuovo per il nostro ospedale di Andavadoaka, per dare una mano e per ripetere l'esperienza dell'anno scorso: un corso di italiano più strutturato e professionale. Abbiamo già una ventina di iscritti: dovremo fare una selezione.

Aumenta anche la mia permanenza: 2 mesi
Questa volta però aggiungo alla fine un viaggio di piacere nel sud di questo bellissimo paese.

sabato 17 giugno 2017

Sudafrica e Swaziland

Sudafrica 1994: 
Viene liberato Nelson Mandela e l'African National Congress vince le elezioni. Un evento storico che riporta il Sudafrica nel mondo (più o meno) civile.
 Noi c'eravamo!
Murales a SoWeTo - Johannesburg - Sudafrica
Vai su <scegli l'argomento> per testi e foto

venerdì 16 giugno 2017

Viaggio in SUDAFRICA, SWAZILAND

Iena maculata al Kruger N.P. - Sudafrica
Paesi attraversati: Sudafrica, Swaziland
Itinerario: 
in Sudafrica: Johannesburg, Kruger Nat. Park, riserva Hluhluwe-Unfolozi, Pietermaritzburg, Giant Castle Park, Bloemfontein, Mossel Bay, Bontebok Park, Capo di buona Speranza, Città del Capo, Augrabies Waterfall Nat. Park, Kalahari-Gemsbok Nat. Park, Kimberley, Johannesburg
nello Swaziland: semplice attraversamento
Periodo: luglio-agosto 1994
Durata: 1 mese
Ne parlo nel libroCi sono posti così

Era una gioia vederlo, capitan Baresi, fermo in attesa del fischio, pronto a calciare il primo dei rigori che avrebbero deciso la squadra campione del mondo di calcio. Solo un mese prima, nella prima partita dell’Italia, il capitano si era infortunato gravemente: lesione al menisco. Ma ce l’aveva fatta, era stato operato, aveva recuperato e aveva giocato la finale: una ripresa miracolosa, di buon auspicio. Di buon auspicio era anche che il Brasile nei tempi regolamentari aveva meritato più di noi, ai punti avrebbe vinto. Ma nel calcio contano i goal non la supremazia in campo e a volte capita che il destino premi ai calci di rigore proprio i più deboli. Chissà… pensavo davanti alla tele. Invece il tiro di Baresi volò beffardo sopra la traversa e si perse sul fondo. Ebbi una brutta sensazione, anche se il primo tiro dal dischetto dei brasiliani venne parato dal nostro portiere pareggiando il conto degli errori. Poi anche Baggio sbagliò, consegnando la vittoria al Brasile che non ebbe nemmeno bisogno di battere l’ultimo rigore. Peccato. Era il 17 luglio 1994.

Foto SUDAFRICA, SWAZILAND

Paesi attraversati: Sudafrica, Swaziland
Itinerario: 
in Sudafrica: Johannesburg, Kruger Nat. Park, riserva Hluhluwe-Unfolozi, Pietermaritzburg, Giant Castle Park, Bloemfontein, Mossel Bay, Bontebok Park, Capo di buona Speranza, Città del Capo, Augrabies Waterfall Nat. Park, Kalahari-Gemsbok Nat. Park, Kimberley, Johannesburg
nello Swaziland: semplice attraversamento
Periodo: luglio-agosto 1994
Durata: 1 mese


Donna NDEBELE dipinge la sua casa - Sudafrica

giovedì 13 aprile 2017

mercoledì 12 aprile 2017

Viaggio in SUDAN

Necropli di Meroe - Sudan
Paese attraversato: Sudan
Itinerario: Khartoum, templi di Naga e Mussarawat, necropoli di Meroe, deserto di Bayuda, Karima, sito di Old Dongola, necropoli di Nuri e di El Kurru, Jebel Barkal, deserto nubiano, villaggi nubiani del nord, isola nilotica di Sai, siti archeologici di Soleb, Sesibi e Kerma
Periodo: marzo-aprile 2017
Durata: 2 settimane
Ne parlo nel libro: Ci sono posti così

Un viaggio splendido a completamento di un precedente viaggio in Egitto, perché il Sudan (che d’ora in poi chiamerò con il nome storico di Nubia) assunse l'eredità dell’impero egiziano dall’ottavo secolo A.C. fino alla scomparsa del regno di Meroe (IV secolo dell’era cristiana, poco a nord dell’attuale Khartoum) dove lo avevano spinto le invasioni provenienti dal nord (ultimi gli Assiri).

Foto SUDAN

Paese attraversato: Sudan
Itinerario: Khartoum, templi di Naga e Mussarawat, necropoli di Meroe, deserto di Bayuda, Karima, sito di Old Dongola, necropoli di Nuri e di El Kurru, Jebel Barkal, deserto nubiano, villaggi nubiani del nord, isola nilotica di Sai, siti archeologici di Soleb, Sesibi e Kerma
Periodo: marzo-aprile 2017
Durata: 2 settimane

Ritratto di famiglia Bisharin nel deserto di Bayuda - Sudan

venerdì 3 febbraio 2017

Un nuovo viaggio: Giordania

Wadi Rum (Giordania)

Vai su <Scegli l'argomento>

giovedì 2 febbraio 2017

Viaggio in GIORDANIA

Al Kaznah visto dalla fine del Siq -
Petra  (Giordania)
Paese attraversato: Giordania
Itinerario: Amman, Jarash (la romana Gerasa), la fortezza di Qalat Ar-Rabad, i castelli del deserto, le chiese e i mosaici di Madaba, il Mar Morto, il castello di Al-Karak, Petra, Wadi Rum, Aqaba
Periodo: dicembre 1995-gennaio 1996
Durata: 2 settimane

Ho seguito con apprensione le vicende di questo piccolo stato, governato con saggezza da re Abdallah II e la moglie Rania, col terrore di vederlo finire nel vortice della stessa violenza che destabilizza i dintorni (Palestina, Siria, Yemen). Ho temuto che all’Isis o ai suoi adepti potesse venire in mente di attaccare Petra come hanno fatto con Palmira. Nel qual caso non mi avrebbe consolato per nulla aver visto questi sfortunati paesi quando ancora era possibile. Fortunatamente non è successo.
Un paese piccolo, crocevia di vicende storiche che giungono da lontano, dai Nabatei e ancora da prima, per passare ai Romani e agli Arabi fino a giungere alle avventure di Lawrence d’Arabia i cui echi si percepiscono ancora oggi a Aqaba e nel Wadi Rum.

Foto GIORDANIA

Paese attraversato: Giordania
Itinerario: Amman, Jarash (la romana Gerasa), la fortezza di Qalat Ar-Rabad, i castelli del deserto, le chiese e i mosaici di Madaba, il Mar Morto, il castello di Al-Karak, Petra, Wadi Rum, Aqaba
Periodo: dicembre 1995-gennaio 1996

La porta sud della città romana di Gerasa (Giordania)

sabato 7 gennaio 2017

Sul Blog il viaggio in Canada (con passaggio in Alaska)


Orso nero canadese fa scorpacciate di bacche per l'inverno (Canada)

Potete selezionarlo su <Scegli l'argomento>

venerdì 6 gennaio 2017

Viaggio in CANADA, ALASKA

Lungo la Icefields Highway (Canada)
Paesi attraversati: Canada, USA (Alaska)
Itinerario: 
in Canada Nord-Ovest: Vancouver, Whitehorse, luoghi della corsa all’oro, Dawson City, Top of the World Highway, Vancouver Island, Banff N.P., Rocky Mountains e Icefields Parkway, Jasper N.P.
in Alaska: Top of the World Highway, Alaska Highway
Periodo: Luglio-Agosto 2008
Durata: 1 mese
Ne parlo nel libro: Il Confine Immaginario

Un tuffo nella spettacolare natura del grande nord, paragonabile, pur con le ovvie differenze, a quella della mia amata Africa. In questa parte del Canada (Alberta, British Columbia e Yukon), soprattutto nei territori dello grande fiume Yukon, si può ammirare, immaginare la natura che fino a qualche secolo fa potevamo trovare anche in Europa: impatto umano molto ridotto, immense foreste quasi incontaminate, una fauna spettacolare. Ho visto orsi, una lince (se è poco!), orche marine, balene, volpi, coyotes, pecore delle Montagne Rocciose (bighorn), wapiti (sottospecie del cervo nobile), aquile, procioni, scoiattoli a non finire.

Foto CANADA, ALASKA

Paesi attraversati: Canada, USA (Alaska)
Itinerario: 
in Canada Nord-Ovest: Vancouver, Whitehorse, luoghi della corsa all’oro, Dawson City, Top of the World Highway, Vancouver Island, Banff N.P., Rocky Mountains e Icefields Parkway, Jasper N.P.
in Alaska: Top of the World Highway, Alaska Highway
Periodo: Luglio-Agosto 2008
Durata: 1 mese
Ne parlo nel libro: Il Confine Immaginario

Panorama di Whitehorse (Canada)

mercoledì 4 gennaio 2017

RACCONTO: Il fuggiasco

(Tratto dal mio libro IL VENDITORE DI SOGNI)


Carla alzò lo sguardo stanco all’orologio: mancavano dieci minuti alle otto, orario di chiusura del museo. Dopo tre giornate dedicate allo studio delle opere del Prado, si sentiva esausta e già sapeva che non sarebbero bastate per completare il lavoro. Ne sarebbero servite altre, ma il mattino seguente aveva il volo per l’Italia e non poteva perderlo. Sarebbe dovuta ritornare a Madrid, aveva ancora bisogno di esaminare i capolavori custoditi in quelle sale se voleva completare la sua tesi di laurea sulla pittura spagnola.
Era maggio, ma la primavera tardava ad arrivare e, anzi, a giudicare dal freddo quasi pungente e dalla pioggia che cadeva incessante fin dal mattino, sembrava di essere ancora in pieno inverno. Forse per questo a quell’ora i visitatori del museo si contavano sulle dita di una mano. Posò ancora lo sguardo su Las Meninas  di Velàsquez e le parve bello concludere la visita in una delle sale a lui dedicate, ammirando il suo quadro più importante e famoso.